La bellezza dell’attesa

Riflessioni di Gabriele Prizzon

Rivalutazione monetaria…

Ritorno alla sovranità nazionale…

Oro, come asset reale…

Quante volte, negli ultimi anni abbiamo letto articoli dove i concetti espressi nelle poche righe sopra citate fanno da cornice alla complessità del momento storico, quante volte anche un solo capoverso ci restituiva fiducia e linfa per proseguire il percorso intrapreso proprio in quel momento lì, quando paura, ansia e sconforto si affacciavano sullo strato superficiale della coscienza e, acquisendo forza dai nostri pensieri, tessevano ragnatele sensoriali.

Quante volte hai detto a te stesso “non ce la faccio più” o forse lo hai solo esclamato all’etere perché il ” te ” che Vive Dentro di Te è un’intera vita che è in attesa di interloquire e magari non è realmente mai stato interpellato.

L’attesa, quel lasso di tempo lineare che intercorre dalla visione del tuo desiderio alla sua concretizzazione nella materia, l’attesa, all’interno della quale il bene ed il male si affrontano senza né vinti né vincitori perché l’uno contiene l’altro e TUTTO è UNO, l’attesa, un’attesa…lunga una vita…

Molte volte cerchiamo risposte ma il problema non è che esse non arrivino, scatenando poi gli stati emotivi appena descritti, il problema o la soluzione è come ci poniamo le domande. Porsi una domanda presume avere il coraggio di udire la risposta e quando questa arriva dalla tua stratificazione più profonda allora vale la pena fermarsi, ed intendo fisicamente e mettersi in ascolto.

La qualità della frequenza, la nitidezza di quella voce che parla, fungeranno da discriminante per l’attesa…

Attendere Vivendo o vivere attendendo…porsi le domande nel giusto modo contiene già la risposta…

Allora vedrai che gli eventi, che tanto attendi sono già in corso di manifestazione, che le tue visioni di un mondo diverso…NUOVO, sono più reali di quanto tu possa immaginare, che molti stati sono tornati sovrani, che l’oro è già la valuta di riferimento…che la tua attesa vale la pena di essere VISSUTA…